Progetti e Formazione

I progetti della nostra associazione intendono, attraverso molteplici segni artistici e differenti proposte, valorizzare territori, tradizioni, spazi, luoghi, dove la natura e l’uomo si possono incontrare in modo armonico.

Spettacoli teatrali dove gli elementi della natura, il rito e le tradizioni siano in primo piano e dove l’uomo riesca a viverli in modo armonico.

Laboratori di sensibilizzazione teatrale, artistica e ambientale rivolti ai cittadini, a studenti e operatori sociali e alle scuole del territorio.

Coinvolgimento delle realtà del territorio per una migliore crescita dei progetti.

Realizzazione di pubblicazioni per testimoniare il divenire delle opere e per pubblicizzare gli eventi che si propongono.

Opere di Land Art, arte della natura, dove, con i materiali che offre la terra, l’artista realizza un segno di grandi dimensioni, simbolico, forte, durevole nel tempo.

Laboratori di Teatro dell’Oppresso e Teatro e Territorio, coscientizzazione e valorizzazione dell’uomo e del suo intorno sociale.

Formazione teatrale e culturale attraverso stage e seminari.

Progetti di impegno sociale Laboratori scuola Convegni - Seminari - Formazione

Nel periodo subito antecedente la fondazione di Nartea fu il Teatro dell’Oppresso, come metodo, come tecniche, applicate ed aggiornate nella realtà di Torino e Provincia ad essere la proposta più presente. Si effettuarono interventi in scuole, cooperative sociali e realtà culturali.
Anno 2001: conduzione di due laboratori di Teatro Forum, uno in ambito interculturale in collaborazione con la Regione Piemonte, l’altro in ambito universitario in collaborazione con il C.R.U.T. (Centro Regionale Universitario Teatrale) mirati alla realizzazione di spettacoli in cui sono stati coinvolti l’Associazione Alma mater, il centro italo - arabo Petra, il centro interculturale di via Fiocchetto e il circolo l’Espace. Furono coinvolti soprattutto giovani universitari.
Anni 2002 e 2003: stage di formazione per giovani attori e animatori successivamente inseriti nelle produzioni teatrali e nei festival organizzati.
Anni 2002-2006: attraverso la legge regionale 16/95, laboratori di teatro sociale presso vari centri e comuni di Torino e Provincia.

Con la nascita di Nartea si sono confermate le iniziative del passato e si è ampliato il raggio d’azione delle proposte.

Laboratori scuola a Torino

 La nostra Associazione è stata inserita nel progetto Caleidoscopio della città di Torino per i laboratori di Arte della Terra e di Teatro sociale nelle scuole elementari e medie inferiori negli anni 2002 — 2008. L’affidamento dalla città di Torino nell’anno 2004 è stato caratterizzato dall’iniziativa "Tempo Insieme" dove è stato proposto ai ragazzi e alle loro famiglie una versione adattata per l’occasione di "Sel…viaggio", introdotta da una serie di incontri di preparazione. La rappresentazione è andata in scena il 5 giugno 2004 presso il Centro di cultura per le arti e l’espressività del Comune di Torino. Nell’anno 2005, vennero confermati 4 progetti per Caleidoscopio, crescere in città, "La memoria può resistere", "Colori e suoni dal bosco", "Pari opportunità" e "Tempo insieme", con laboratori e performance finali. Per Caleidoscopio/ITER 2006 "Tempo insieme" abbiamo in cantiere 3 progetti, con realizzazioni teatrali: Centro delle culture per l’arte ed espressività e Torino da scoprire. Si è effettuato un laboratorio di preparazione e conoscenza teatrale nell’ottobre 2006 con la proposta finale dello spettacolo "Mi ricordo... Veglia di emozioni" al Centro di cultura delle arti ed espressività il 25 novembre 2006. Nell’ottobre 2007 all’interno dei progetti ITER e a degna conclusione della tournèe di “Mi ricordo…veglia di emozioni” lo spettacolo è stato proposto presso il centro “Torino e la sua cultura” dell’assessorato all’Istruzione che ha in seguito ospitato nell’aprile 2008 lo spettacolo laboratorio “Mendia”.

Altri laboratori scuola

Nel mese di febbraio ’04 si aprì il primo laboratorio presso la scuola elementare di Pragelato per la creazione di un evento teatrale legato alla memoria del centenario di un evento storico occorso in alta val Chisone. Lo spettacolo "Le miniere del beth" è andato in scena il 17 aprile 2004.
Il lavoro è proseguito in Pragelato e con la scuola, con nuove progettualità e realizzazioni di laboratorio ed eventi (spettacolo "Tra lazzi e riti antichi", 8 febbraio 2005) e si sono allargate le proposte anche alla scuola elementare di Sestriere e al suo Comune, laboratorio con spettacolo ("Commedia e scherzi", 5 febbraio 2005)
L’incarico per il comune di Pragelato è stato rinnovato per l’anno 2005-06 ed una nuova versione dello spettacolo "Tra lazzi e riti antichi" è stata protagonista nel febbraio 2006 per gli eventi delle Olimpiadi della Cultura.
Siamo stati incaricati per la conduzione di un laboratorio teatrale, iniziato nel febbraio 2005, per la preparazione di un evento finale legato a temi sociali ed interculturali, presso il CTP Drovetti di Torino, con Crescere in città, Direzione Didattica e tavolo sociale del Settore Periferie della Città di Torino. Evento Finale: spettacolo teatrale "Spicchi dal mondo" realizzato con i ragazzi del laboratorio per la regia di Lidia Masala nei giorni 5 e 7 giugno 2005.

Impegno sociale Collaborazione con il Gruppo Abele

Per una maggiore apertura alla realtà della città e alle sue problematiche sociali. La collaborazione con vari settori del gruppo Abele ha dato sempre ottimi frutti e si rinnova negli anni.

A partire da una prima serie di laboratori teatrali e di formazione sociale, si è soprattutto agito in accordo con il settore accoglienza del Gruppo Abele e con i formatori dell’Università della Strada.
Conferma del progetto legge 16 per l’utilizzo del mezzo teatrale al fine di prevenire il disagio giovanile.
Si sono così aperti presso il Drop-In, centro di accoglienza del Gruppo, una serie di incontri teatrali rivolti ai ragazzi migranti, con un successivo ampliamento in Circoscrizione VI e nella città di Torino.
A partire dal mese di marzo 2004 il laboratorio ha ospitato oltre che i ragazzi-utenti del Drop-In anche giovani del territorio per la costruzione dell’evento "Bozzetti schizzati" andato in scena il 5 giugno presso l'associazione CentroCampo.
I laboratori sono stati riproposti all’inizio del 2005 e hanno portato alla realizzazione per il 4 giugno 2005 di un evento spettacolo in rete con il centro di Cultura per l’arte e l’espressività delle città di Torino, dove i ragazzi del centro si sono incontrati con i laboratori delle scuole (tempo insieme), con giovani universitari e con attori e musicisti professionisti per una realizzazione di grande interesse sociale etico ed estetico.
Si può così dire che presso il Centro di accoglienza del gruppo Abele "Drop - in" Torino, vi è un laboratorio teatrale permanente dal 2002 ad oggi.

Formazione

La progettualità dell’Associazione si è aperta anche alla formazione rivolta a studenti universitari, operatori sociali, educatori, artisti sociali attraverso un percorso di seminari approfondimenti e stage denominato "I Cambiamenti" dove le professionalità di conduttrice di Lidia Masala si è incontrata con i formatori del Gruppo Abele per un percorso di seminari e stage di teatro sociale svoltisi nell’anno 2004 che ha portato ad un ampio momento di riflessione nell’anno 2005 attraverso momenti di formazione educativa con la Provincia di Torino.
Il processo di formazione negli anni 2006 – 2008 si è incrociato con le produzioni teatrali e con il progetto di teatro e comunità portando a nuovi risvolti de “I Cambiamenti” e all’apertura della riflessione con il progetto “Interpretare le dipendenze".

 

Percorso