Arte delle terra

 

OPERA DI LAND ART
“ Lab. Ir. Into “

di Lidia Masala

Comune di Vialfrè canavese, sito delle Pianezze, in collaborazione con i comuni di S. Giorgio e Cuceglio.

Si tratta di un’opera di grandi dimensioni, tutta in pietra realizzata con la tecnica dei muretti a secco, nata da un progetto di riqualificazione attraverso un forte segno artistico.
La nostra Associazione ha proposto la realizzazione di altri segni artistici in Torino e Provincia.
L’opera di Land Art è inserita all’interno di un progetto più ampio, “I tempi delle pietre”, che ha voluto dare importanza agli elementi naturali come attori di una rivalutazione eco compatibile e di una fruizione che, con il segno artistico pone la terra e la natura in primo piano. Si è lavorato al recupero di antiche tecniche di costruzione, quali i muretti a secco e con i contadini della zona si è data dignità artistica al loro lavoro. L’opera di Land Art iniziata nell’autunno 2001 nel territorio di Vialfrè, è la prima impronta di questo divenire, così come la fascinazione (coinvolgimento in laboratori artistici) dei ragazzi della scuola media G. Botta di S. Giorgio.
L’opera è stata conclusa ed inaugurata nel maggio 2002.

  • images/arte-terra/landart.ft1.jpg
  • images/arte-terra/landart.ft2.jpg
  • images/arte-terra/landart.ft3.jpg
  • images/arte-terra/landart.ft4.jpg
  • images/arte-terra/landart.ft5.jpg
  • images/arte-terra/landart.ft7.jpg

Il progetto, nell’anno 2003 è proseguito, e ha portato alla realizzazione dell’installazione - evento che ha avuto luogo il 1° dicembre 2003 al Cafè Procope, Teatro Juvarra, a Torino: da “Lab-Ir-Into”, l’opera di Land Art all’aperto, a “Into”, che attraverso immagini fotografiche, video, musica e installazione ha riportato in vita la creazione dell’opera. Le pietre e la terra sono ancora stati gli attori principali anche dell’evento allo Juvarra per la regia artistica di Lidia Masala.

 

L'opera di Lidia Masala è stata recentemente inserita nel progetto di "Censimento dell'arte contemporanea - Luoghi e nuclei collezionistici", promosso dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per le opere di arte successive al 1945, presenti sul territorio italiano.

Percorso