Il Progetto Valle D'Aosta: "L'arte dell'espressione -Io ci sono"

 

 

L'arte dell'espressione –Io ci sono” è un progetto promosso dall'associazione Nartea, segni artistici della terra con il contributo della Regione Valle d'Aosta,Assessorato Sanità, Salute e Politiche Sociali,nell'ambito della legge regionale n.14/2008 - “Sistema integrato di interventi e servizi a favore delle persone con disabilità”.

 

Il progetto ha voluto promuovere e valorizzare il teatro e l'espressione artistica come risorse per l'educazione e la crescita delle persone disabili. Ogni espressione artistica deve infatti essere realizzata per favorire l’integrazione delle persone con disabilità, valorizzando l’importanza dell’unione nelle differenze, intese come caratteristiche di ogni individuo, al fine di raggiungere un obiettivo comune e fondamentale:“Esprimere la propria essenza creativa, tra l’offerta dell’opportunità e l’affermazione e la tutela del diritto di uguaglianza e di espressione”.

 

Da settembre 2012 a maggio 2013, un gruppo di ospiti provenienti da due cooperative sociali valdostane (la cooperativaNella di Saint-Vincent e la comunità Asa – Dopo di Noi di Montjovet) è stato coinvolto in un percorso formativo e laboratoriale di Teatro di Comunità, con lo scopo di produrre delle azioni teatrali e uno spettacolo e dare vita ad una compagnia teatrale stabile.

 

Il lavoro compiuto all'interno dei laboratori teatrali è stato concepito e strutturato in modo da non circoscriverne i risultati in un ambito ristretto, e permettere ai partecipanti di condividere i risultati ottenuti prima di tutto all’interno del proprio territorio e del proprio tessuto sociale, ma anche con altri artisti disabili e soprattutto con artisti e compagnie teatrali professioniste. Questo obiettivo è stato raggiunto attraverso varie strade: inizialmente con la creazione di micro-eventi nel territorio, in seguito attraverso la costruzione di una rete tra tutte le realtà che, in Valle d'Aosta, lavorano con la disabilità e, infine, con l'ideazione, per il mese di giugno 2013, di una Rassegna di Arte e Disabiltà aperta a compagnie e associazioni provenitenti dal territorio nazionale.

 

Il 15 dicembre 2012 si è tenuto un primo evento presso la Murasse di Verrès a cui ha partecipato, come compagnia ospite, l’associazione di teatro integrato “I Monelli dell’Arte” di Montjovet, in modo da stimolare la comunicazione e la conoscenza reciproca, dando contemporaneamente visibilità al lavoro compiuto. Questa prima iniziativa ha coinvolto 130 persone tra disabili, famiglie e cittadini.

Nel mese di aprile 2013, in vista della Rassegna di giugno e con la collaborazione del GAI – Associazione per la circuitazione dei giovani artisti italiani e del progetto “Motore di ricerca” del settore disabili del comune di Torino, è stato indetto un bando di concorso a livello nazionale rivolto ad artisti e a compagnie teatrali, con lo scopo di favorire l’incontro e lo scambio tra le varie realtà che operano nel campo della disabilità attraverso l'espressione artistica.

 

L’adesione al bando da parte di artisti e compagnie amatoriali, ma anche professioniste, provenienti dalla Valle d’Aosta e da altre regioni italiane, ha permesso di organizzare due giornate dense di scambio e confronto tra esperienze progettuali e di lavoro, e di dare vita a un’occasione di festa e conoscenza con i cittadini e il territorio.

 

Lo spettacolo prodotto nel corso dell'anno, intitolato “Io ci sono”, aprirà la Rassegna di Arte e Disabilità “L'arte dell'espressione – Io ci sono”, che avrà luogo sabato 8 e domenica 9 giugno 2013 negli spazi della Cittadella dei Giovani di Aosta.

 

Il progetto si concluderà con la presentazione del documentario “Io ci Sono”, un video-diario sul percorso compiuto dai ragazzi coinvolti, durante la festa di chiusura alla Fondazione Ollignan di Quart (AO), il 28 Giugno 2013.

 

Sono stati coinvolti e hanno aderito al progetto:

 

Comunità Asa – Dopo di Noi, Montjovet (AO); Cooperativa Nella, Saint-Vincent (AO); Associazione I Monelli dell’Arte, Montjovet (AO); Comunità Montana Evancon; Comune di Montjovet; Taxi orchestra di Aosta; Fondazione Ollignan di Quart; Cittadella dei Giovani di Aosta; Comune di Aosta; GAI – Associazione per il circuito dei Giovani Artisti Italiani; Motore di Ricerca, Servizi sociali, Comune di Torino; AssociazioneBaldanza, Torino;Associazioni Mamima Swan e Suono Gesto Musica Danza, Aosta;Compagnia teatraleSudatestorie con gli ospiti della cooperativa Arcobaleno, Torino;Compagnia teatrale Affetti Collaterali, Torino; UISP – Unione Italiana Sport per Tutti; Comunità Macondo, Torino; comunità “Residence” di Pavone Canavese e Vico Canavese.